Odontoiatria dei bambini

a

Nel prendersi cura dei piccoli pazienti la dottoressa Anna Bernava mira innanzitutto a creare un rapporto familiare e sereno, così che il bambino si abitui all’ambiente dentistico e venga senza alcun problema agli appuntamenti (a).

Ogni sei mesi i bambini vengono sottoposti a visite di controllo. I controlli periodici sono necessari:

per poter seguire lo sviluppo dell’intero apparato dentale e assicurarsi che ciò avvenga in perfetta
salute;

per Individuare lesioni cariose in fase iniziale in modo da ridurre i tempi di lavoro e il disagio del bambino;

per tenere controllato il loro sviluppo dentale e scheletrico in continua evoluzione e intercettare precocemente eventuali malocclusioni;

per monitorare l’igiene orale fornendogli tutti i consigli e gli strumenti necessari per una corretta pulizia quotidiana domiciliare.

Particolare importanza hanno le attività di prevenzione della malattia cariosa che si svolgono, oltre che attraverso i controlli periodici, con la sigillatura dei solchi anatomici (b, c, d), la fluoroprofilassi (e) e la continua motivazione ed educazione all’igiene orale (f) e ad uno stile di vita adeguato.

La sigillatura consiste nell’applicazione di un sottile strato di resina adesiva sulla superficie masticante dei denti, in corrispondenza dei solchi anatomici. Si tratta di un procedimento indolore, eseguito dopo un’accurata detersione dei solchi, che impedisce ai batteri della carie di insinuarsi nel dente dando origine al processo carioso.

Il trattamento dei denti decidui cariati è importante per prevenire l’insorgenza di dolore dentale, per mantenere una corretta funzionalità masticatoria e per evitare la perdita precoce dell’elemento dentale e di conseguenza dello spazio in arcata necessario all’eruzione del dente definitivo.

Per rendere più brevi gli interventi di cura sui denti decidui vengono utilizzati appositi materiali semplificati, che richiedono un numero minore di passaggi operativi.

Si predilige sempre l’uso della diga di gomma (g) per dare un maggior confort al bambino e per proteggerlo dall’inalazione o ingestione di materiali utilizzati durante le procedure.

g

Essendo le terapie odontoiatriche potenzialmente in grado di generare ansia e paura, è molto importante che il bambino non senta male: tutte le cure, quindi, ad eccezione di quelle sicuramente asintomatiche (sigillature, piccole carie), vengono eseguite effettuando un’anestesia locale per infiltrazione, preceduta da un’anestesia topica di superficie.

Per gestire al meglio il comportamento dei nostri piccoli pazienti utilizziamo alcune tecniche:

  • Tell-show-do: raccontiamo ogni singolo oggetto che useremo, mostriamo al bambino come funziona, permettendogli poi di usarlo nelle sue mani; in questo modo saprà perfettamente cosa aspettarsi da quel preciso oggetto;
  • Avvicinamento progressivo: ci avviciniamo alla bocca gradualmente, passando prima attraverso altre parti del corpo e procediamo solo se recepiamo la disponibilità del bambino ad accettare il nostro avvicinamento;
  • Rinforzo positivo: valorizziamo ogni piccolo aspetto positivo del comportamento, ignorando quelli negativi e riconoscendo i suoi “sforzi” con un diploma, un giochino o un piccolo regalino (i).
i